Violenza sessuale, ridefinizione di un concetto articolato

Viene spesso chiamata con lo stesso nome, ma non sempre indica lo stesso scenario, le stesse modalità, le stesse conseguenze. Alla vigilia della ‘Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne’, appare necessaria una riflessione sull’utilizzo di questo termine e del suo impatto a livello comunicativo

Sono passati diciassette anni dalla prima ‘Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne’, ma il fenomeno rappresenta ancora oggi la violazione dei diritti umani più diffusa a livello globale, nonché la più difficile da contrastare a causa del bassissimo tasso di denuncia.
Si stima infatti che circa nove violenze su dieci vengano occultate e che oltre un terzo della popolazione mondiale femminile sia stata vittima di abusi, riportando in quasi la metà dei casi lesioni fisiche permanenti.

Quest’anno in particolare, l’attenzione intorno alla ricorrenza del 25 novembre è stata accentuata dai fatti di cronaca: moltissime le accuse a carico di importanti uomini del mondo dello spettacolo, dello sport e non solo, che avrebbero esercitato la propria autorità per ottenere favori sessuali.
Proprio in questo scenario però, sembra più che mai necessaria una ridefinizione del concetto di violenza, in particolar modo quella sessuale.

La violazione della sfera intima di un individuo rappresenta sempre un atto di estrema gravità e necessita quindi di una condanna severa; ma è davvero possibile identificare allo stesso modo i ricatti a sfondo sessuale dell’ambiente hollywoodiano e le feroci violenze – a volte anche di gruppo – che si concludono con la morte spirituale o effettiva della vittima?

Da questo esempio appare evidente la mancanza di una distinzione accurata a livello comunicativo, che permetta di differenziare fatti, scenari e conseguenze. ‘Violenza sessuale’ è forse un termine troppo generico, che appare fuorviante a causa della molteplicità di casi che si possono classificare al suo interno. Proprio per questo motivo il concetto stesso viene recepito in modo poco incisivo e la sua gravità sottovalutata.

Ridefinire i concetti e ordinarli in modo efficace è quindi fondamentale; non solo per ottenere una migliore comprensione del fenomeno, ma anche per permettere a chi lavora nel campo della comunicazione, di attenersi ancor più strettamente agli indispensabili canoni di precisione e accuratezza.





Redatto il 24/11/2017
Ufficio stampa Carter&Bennett
Via P. Canciani, 19
33100 Udine


Telefono 0432 1746101
E-mail pr@carterandbennett.com

Carter&Bennett, attraverso giornalisti specializzati e con esperienza pluriennale, offre servizi di ufficio stampa corporate, ufficio stampa di prodotto, ufficio stampa politico e ufficio stampa internazionale garantendo la visibilità qualificata e monitorata su carta stampata, radio, tv, web.

Tags: , ,

About the Author

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top